scuola infanzia_Roma

 
Il nuovo edificio è stato realizzato con struttura a telaio in c.a. e copertura in legno lamellare con tetto piano.

Il paramento perimetrale è stato realizzato con blocchi di argilla porizzata e cappotto di pannelli in fibra di legno a doppia densità rifiniti con tonachina e tinteggiatura. Elementi di controllo bioclimatico sono anche i brise-soleil posti sul lato sud-est e la bussola d’ingresso posta sul lato nord. Le due strutture sono raccordate da una tettoia che funge anche da connessione con il percorso coperto che sarà realizzato per il collegamento con l’antistante asilo . Sulla parete ad ovest sono state predisposte piante rampicanti caducifoglie per l’ombreggiamento estivo.

Nella progettazione dell’edificio, basata sui principi dell’architettura bioclimatica ed ecocompatile, si è prestata particolare attenzione agli aspetti di benessere psicofisico ed ambientale dei piccoli utenti, modulando la luce, le temperature e selezionando i materiali in modo da ottimizzarne il comfort anche nella varietà delle soluzioni.

Per quanto riguarda l’allestimento interno, tutto è stato studiato in relazione alle esigenze funzionali ma soprattutto percettive del bambino. Assicurato il comfort ambientale (luce, aria, temperatura) ci si è concentrati sulla creazione di spazi articolati e stimolanti ma rassicuranti e a misura di bambino. Sono stati utilizzati materiali, schemi e colori in linea con i principi educativi e formativi. Anche gli impianti sono stati progettati per ottenere il massimo risparmio energetico ed la riduzione dell’inquinamento ambientale. Sono stati installati igienici a risparmio d’acqua, un impianto termico ad alta efficienza energetica con pompa di calore e pannelli fotovoltaici e la realizzazione di un impianto radiante a pavimento a bassa temperatura, idoneo anche al raffrescamento estivo. In tal modo l’edificio è risultato energicamente indipendente e classificato in classe A. Analogamente si è intervenuto all’esterno, creando leggere strutture di ombreggiamento, spazi verdi calpestabili, aree didattiche e ricreative.

Nonostante l’impianto schematico della pianta rettangolare obbligata, è stato possibile realizzare una distribuzione degli ambienti fluida ed al contempo ben distinta.

Tutti gli ambienti consentono il contatto visivo tra loro mantenendo una propria riconoscibilità visiva e funzionale.

L’ingresso è preceduto da un antiporta in vetro strutturale che mitiga lo sbalzo di temperature tra interno ed esterno, regolabile anche attraverso le lamelle in vetro situate nella parete laterale. L’ingresso (accoglienza) è dotato di scomparti a giorno per riporre i soprabiti e gli accessori dei bimbi. L’aula per le attività ordinate, che per questa micro-sezione costituisce l’elemento focale dell’intero impianto, da accesso a tutti gli altri locali. L’aula per attività speciali, polifunzionale, è in diretto contatto anche con l’antibagno per rendere agevoli attività che richiedano l’uso di acqua, ed è separata da questo da una parete bassa, che consente agli assistenti una completa visibilità. L’aula per le attività motorie è completamente schermabile e può essere utilizzata anche per il riposo o per proiezioni. La sala mensa è delimitata da ante scorrevoli che consentono di separarla dall’aula principale o di connetterla a questa per attività particolari.